martedì 7 dicembre 2010

Rio de Janeiro

RIO DE JANEIRO 
cidade maravilhosa
Rio de Janeiro sta crescendo, così come tutto il Brasile. In una statistica elaborata dalla Global Metro Monitor, Rio è risultata al decimo posto in termini di crescita economica (decima su 150 città analizzate). Per darvi un quadro, Roma è la città italiana con maggiore crescita ma occupa solo il 110° posto. Chiaramente Rio, come tante altre aree metropolitane del resto, presenta problemi sociali non indifferenti, soprattutto quelli legati alla realtà delle favelas. Nonostante tutto, credo molto nelle capacità trainanti di questa città, detta meravigliosa appunto. 
Lo stato brasiliano è riuscito ad impedire ai trafficanti di terrorizzare la città, piazzando le forze dell'ordine all'interno di alcune favelas, veri e propri focolai. Questa serietà da parte dello stato brasiliano è obbligatoria in vista delle Olimpiadi del 2016 ma anche dei mondiali del 2014. 
 
Rio de Janeiro, ed il Brasile in generale, sta dimostrando di affrontare bene questa situazione, dando ancora una volta la sensazione di un paese caratterizzato da stabilità politica e sociale.
Rio de Janeiro (che significa Fiume di Gennaio in portoghese) è una delle città più importanti del Brasile. La città è famosa per le sue spiagge turistiche (Copacabana e Ipanema) su cui si affacciano file di alberghi, per la gigantesca statua di Gesù, nota come il Cristo Redentore ("Cristo Redentor") sul monte Corcovado, e per il suo annuale carnevale.  
Rio de Janeiro contiene anche la più grande foresta all'interno di un'area urbana. L'attuale sindaco è Eduardo da Costa Paes dal 1º gennaio 2009.
La città ha una popolazione di circa 6.186.710 abitanti (al 2009), ed occupa una superficie di 1.256 km². La popolazione, compresa l'area metropolitana, è di circa 12 milioni di abitanti. Rio è la seconda città del Brasile dopo San Paolo e fu la capitale della nazione fino al 1960, quando Brasilia ne prese il posto.
Nel 2016 ospiterà i Giochi della XXXI Olimpiade.
Anche se il suo peso economico è inferiore a quello di San Paolo, la città di Rio è la seconda più grande città del Brasile ed il secondo centro economico del paese. A pochi chilometri dalla città si concentrano alcune tra le maggiori riserve di petrolio del paese, e la città è specializzata nei settori della metallurgia, dell'acciaio, della meccanica, della chimica, degli alimentari, della carta, dell'estrazione dei minerali e della cantieristica.
 
Rio de Janeiro è inoltre la principale destinazione turistica del paese, attraendo sia turisti stranieri che brasiliani, e quindi il settore turistico è molto più sviluppato che in qualsiasi altra città brasiliana.
Infine è da sottolineare che Rio è la sede di alcuni dei maggiori network televisivi e società di produzione cinematografica e musicale, tra cui il più grande gruppo mediatico del paese (Rede Globo), quindi la maggior parte delle produzioni televisive del paese si concentrano nella città di Rio.
Rio è una città di contrasti, e anche se gran parte della città si può affiancare alle più moderne metropoli del mondo, una percentuale significativa dei 13 milioni di abitanti di Rio vive ancora in zone estremamente povere. La peggiori di queste sono le baraccopoli note come favelas, spesso addossate sui fianchi delle colline, dove è difficile costruire edifici robusti, e gli smottamenti, provocati principalmente dalle piogge intense, sono frequenti. 
Le favelas sono afflitte dalla diffusione dei crimini legati alla droga, dalle lotte tra bande e da altri problemi sociali legati alla povertà. La Favela da Rocinha è la più grande dell'America latina.
Il Carnevale di Rio de Janeiro è sicuramente la più significativa delle espressioni culturali brasiliane, dove si fondono arte, musica e divertimento in 4 giorni di "piacevole follia". Le sfilate si svolgono all'interno del Sambódromo, strada costeggiata da gradinate installate appositamente, dove sfilano le migliori scuole di samba della città. 
ll carnevale di Rio offre diversi eventi, tra cui le famose parate delle Escolas de Samba nel Sambódromo di Rio de Janeiro e i popolari "blocos de carnaval" che sfilano praticamente in ogni angolo della città.

Cinema ambientato a Rio 
(solo per farsi un'idea)

Tropa de Elite - Gli squadroni della morte 
Diretto da José Padilha, racconta la storia di alcuni membri del BOPE, il celebre battaglione per le operazioni speciali della Polizia militare dello stato di Rio de Janeiro. Il film ha vinto l'Orso d'Oro per il miglior film al Festival di Berlino 2008. Il secondo film, Tropa de Elite 2, è uscito nel 2010 battendo record di incassi. 

Città di Dio  
Tratto dal romanzo del brasiliano Paulo Lins, il film racconta la vita di una favela Cidade de Deus – ai margini di Rio de Janeiro, partendo dagli anni ’60 per contrapporre al suo disfacimento l’ascesa di alcune potenti gang di quartiere.

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento